Tweet del Santo
Medita con San Luigi Guanella

Vangelo domenicale

Conosci il nostro Fondatore

San Luigi Guanella

 

L'incontro con ogni storia umana può sempre essere anche una strada che conduce a Dio. Così è prima di tutto nella vita e nella persona di un santo. Così è stato in Don Luigi Guanella. Guardando al suo vissuto familiare prima e

al suo cammino sacerdotale e di fondatore poi,

si nota quanto la Grazia sappia operare in una persona che si rende docile all'azione provvidente di Dio.

 

Approfondisci

Domande e Risposte

  •   Perché il nome Servi della Carità ?

    Il nome è stato scelto da San Luigi Guanella, nostro fondatore per mettere in luce che il principio di tutto il nostro agire è la Carità che sgorga dal Cuore di Cristo e di questa vogliamo metterci al servizio riconoscendola soprattutto nel volto dei più poveri.

  •   Dove siamo nel mondo ?

    Siamo attualmente presenti in 20 nazioni: Italia, Spagna, Polonia, Romania, Svizzera, Israele, Ghana, Nigeria, RDCongo, USA, Messico, Guatemala, Colombia, Cile, Paraguay, Argentina, Brasile, Filippine, India e Vietnam. Attualmente siamo 520.

  •   Siamo solo preti ?

    No, anche se numericamente la maggioranza di noi è sacerdote o in cammino per diventarlo. Prima di tutto siamo Religiosi: emettendo i voti di castità, povertà e obbedienza riconosciamo di essere legati tra noi da uno speciale vincolo di Carità. Viviamo in comunità e dedichiamo la nostra cura pastorale in particolare ai poveri e a chi è nel bisogno.

  •   Chi è il Fratello coadiutore ?

    Tra noi ci sono persone che come Religiosi emettono i voti, vivono in comunità, condividono la stessa missione ma non sono preti. Si tratta dei fratelli. Il fratello svolge la sua attività tra i poveri secondo la professionalità acquisita: c’è chi è medico, educatore, infermiere, amministratore, assistente.

  •   Qual è la nostra missione ?

    Facciamo della pastorale della Carità l’ambito della nostra missione. In particolare ci prendiamo cura di ragazzi, anziani, persone con disabilità, aperti a dare il nostro contributo anche in situazioni di fragilità psichica e di emarginazione sociale. Esercitiamo il nostro ministero anche in parrocchie che ci vengono affidate. Condividono la nostra missione un rilevante numero di laici con le loro specifiche competenze professionali.

  •   Come si diventa guanelliani ?

    Rispondendo alla chiamata del Signore a seguirlo più da vicino, per essere guanelliani occorre seguire alcune fasi successive:

    • Fase preliminare per approfondire l’opzione vocazionale iniziale e postulato per prepararsi al noviziato
    • Il Noviziato: come inizio dell’esperienza religiosa;
    • Voti temporanei con il postnoviziato (che aiuta a crescere nell’integrazione di fede, cultura e vita), il Tirocinio nell’apostolato (che mira alla sintesi personale nel confronto vitale e intenso con l’azione guanelliana), la preparazione immediata alla professione perpetua (che verifica la maturità spirituale da essa richiesta e conduce a un impegno definitivo)
    • Preparazione immediata agli ordini sacri
  •   Quanto dura il cammino ?

    Dalla fase preliminare alla professione perpetua normalmente trascorrono tra i 5 e i 7 anni in base al cammino personale e al percorso di studi che la persona deve seguire.

  •   Come posso fare parte della Famiglia guanelliana ?

    Se non ritieni di essere chiamato alla vita religiosa né come prete né come fratello, puoi far parte della nostra famiglia come Associato (vive la vita di comunità e condivide la missione pur restando laico) o come Cooperatore (condivide da laico il nostro stesso carisma).

    Fanno parte della nostra famiglia anche le nostre consorelle Figlie di santa Maria della Provvidenza.

Copyright © 2015 - Accoglienza Vocazionale e Animazione Giovanile

Provincia Sacro Cuore - Opera Don Guanella - Como (Italy)

Responsabile Roberto Rossi - Webmaster Gianmario Colciago

Seguici